Possiamo avere un aiuto dalla natura per gonfiori addominali e meteorismo?

La risposta è: ASSOLUTAMENTE Sì.

Ognuno di noi possiede all’interno dell’apparato digerente, una quantità di gas prodotti durante la digestione e l’assorbimento di nutrimento e liquidi. Il nostro intestino ha la funzione di eliminare non solo le scorie, ma anche i  gas in eccesso che introduciamo involontariamente con:

  1. Masticazione scorretta
  2. Bibite che contengono gas
  3. Alimenti che favoriscono la produzione di gas perché non completamente digeribili

In questi casi, si accumulano quantità superiori alla norma di sostanze come azoto, ossigeno, idrogeno, monossido di carbonio e metano, che vengono facilmente espulsi durante l’arco della giornata, senza particolari problemi.

Quando però queste espulsioni superano i 20 atti al giorno,  possiamo iniziare a parlare di flatulenza o meteorismo.

Il nostro intestino svolge delle funzioni molto importanti e complesse come ho descritto in modo riassuntivo in questo articolo , mangiare troppo o in modo scorretto, condizioni di stress psicologico, sedentarietà e alimenti nocivi per il nostro corpo, possono alterare o affaticare lo svolgimento di queste importanti funzioni, causando malassorbimento di sostanze nutritive fondamentali e fastidiosi sintomi, che possono con il tempo, anche diventare campanelli di allarme di malattie più gravi.

Le 5 cause più frequenti del meteorismo

  1. Il modo in cui mangiamo: se mastichiamo troppo velocemente, non solo affatichiamo in nostro povero stomaco, perché non permettiamo al cibo di arrivargli già in parte digerito dai nostri enzimi presenti nella saliva, ma permettiamo anche di far entrare una quantità di aria nel nostro corpo superiore a quella dovuta! La stessa aria che, rimanendo poi intrappolata nell’intestino, in aggiunta a gas naturalmente prodotti durante la digestione di alcuni cibi, provoca gonfiori e flatulenza.
  2. Stress e respirazione: il nostro intestino assorbe tensioni e stati d’animo, riproducendoli al suo interno con reazioni di rigetto o allarme verso i cibi che stiamo ingerendo, soprattuttose in quel momento lo stiamo facendo, pensando a cose brutte, sentendoci in colpa, in modo nervoso o distratto o senza respirare bene. E’ importante prenderci tutto il tempo a nostra disposizione per mangiare in modo tranquillo e rilassato,lontano dalla postazione d lavoro che può trasmetterci una sensazione di ansia e fretta, da dispositivi elettronici che possono distrarci o innervosirci, se è  possibile, facciamolo in un luogo più rilassante… che sia casa, un ristorante o meglio ancora in un parco a contatto con la natura! Ricordiamoci di respirare in modo calmo e profondo sempre, anche durante i pasti.
  3. Gomme da masticare: mangiare spesso gomme, ci porta a deglutire molto per l’aumento della salivazione, di conseguenza, ingeriamo di più aria del previsto, oltre a far aumentare a dismisura la produzione di succhi gastrici, che formano gas nocivi nell’intestino per renderlo in grado di assorbirli.
  4. Alimenti:cibi ad alto contenuto di lattosio, alcuni legumi tipo fagioli, fave, piselli, ceci, alimenti ricchi di lievito come il pane fresco, i dolci e gli zuccheri raffinati, le crucifere come cavoli e cavolini di Bruxelles, anche alcuni frutti tipo le mele,possono contribuire alla formazione di gas intestinali o possono essere cause di intolleranze alimentari. Ilmodo migliore per capire se uno di questi vi provoca flatulenza, è iniziare una dieta ad eliminazione affiancati da un professionista o consigliati dal vostro medico. Sono importanti anche alcuni abbinamenti nella dieta!
  5. Sedentarietà:stare tanto tempo fermi durante la giornata, soprattutto se stiamo spesso seduti, non solo porta i nostri muscoli addominali a rilassarsi eccessivamente facendoci venire la “famosa pancetta”, ma causa anche un rallentamento del nostro metabolismo, provocando oltre a tutta una serie di problemini, difficoltà digestive e di eliminazione delle tossine dal nostro apparato digerente, che reagisce provocando movimenti fastidiosi movimenti gastrointestinali per il passaggio di gas,  prodotti per lo smaltimento di scorie che faremmo altrimenti fatica ad eliminare.

Quali sono i rimedi naturali che aiutano ad eliminare i gas intestinali?

Come tutti i medici e nutrizionisti, consiglio innanzitutto un’alimentazione più corretta possibile abbinata ad un po’ di movimento quotidiano, se potete praticate uno sport all’aria aperta altrimenti in palestra o a casa va benissimo, purché sia costante!

Se avete evitato tutte le cause principali che vi ho elencato, avete già interpellato un medico per indagini più approfondite che ha escluso qualsiasi patologia e non avete ancora risolto il problema, oltre a richiedere una consulenzain modo da poter capire meglio insieme le cause e lavorarci su,

posso ritenere davvero validi questi 3 rimedi naturali:

Questa vitamina è presente in alcuni ortaggi, nel tuorlo delle uova, nelle frattaglie, nella pappa reale. E’ stato rilevato che, l’assunzione di circa 250 mg al giorno, oltre ad aiutare a regolarizzare il metabolismo, mitiga i gas intestinali quando non esiste una causa fisica. Il mio consiglio è sempre di assumere tutte le vitamine con l’alimentazione corretta, ma se siamo in difficoltà comunque, con un integratore come questo abbinato ad uno stile di vita sano e all’assunzione durante la giornata di almeno 1,5 lt di acqua, avremo sicuramente dei  benefici visibili.

Le proprietà del carbone vegetale sono ormai conosciute in tutto il mondo. E’ in grado di assorbire i gas intestinali di troppo senza nessuna controindicazione essendo un prodotto completamente naturale. Prima di assumere questo integratore, chiedete un consiglio al vostro medico, perché nel caso in cui stiate assumendo medicinali, potrebbe diminuirne o alterarne gli effetti.

Conosciuto per i suoi semi usati moltissimo in India e Africa come spezia, ed ora anche in Italia, nei suoi frutti è contenuto un olio essenziale ricchissimo di flavonoidi e sostanze benefiche per l’intestino. Questo olio riduce la formazione di gas intestinali, eliminando e riducendo i dolori associati. Viene usato anche per la cura di emorroidi, eczemi, acne, allergie e malattie gastroenteriche per le sue proprietà cicatrizzanti.
Prima di assumere qualsiasi integratore alimentare, anche se naturale, il mio consiglio è sempre quello di rivolgervi ad un medico che escluda prima di tutto qualsiasi patologia, e nel caso in cui sfortunatamente ci sia, questi rimedi naturali sono da affiancare sempre ad una cura medica, mai in sostituzione della stessa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *